Fase 2: Selezione e pretrattamento

 Dopo essere passati per il dilaceratore dei sacchi a nastro, i rifiuti vengono convogliati all'interno del vaglio rotante primario. All'interno del vaglio avviene la separazione del materiale in tre flussi:

  • Il primo flusso separato è la frazione di sottovaglio da 10 mm; questo materiale viene inviato alla pressa scarti per poi essere conferito in impianti di recupero o discarica.
  • Il secondo flusso separato è la frazione di sottovaglio 60 mm. Composta in maggioranza da sostanza organica, vetri e una piccola percentuale di carta e plastica, dopo una prima deferizzazione, viene inviata alla linea del sovvallo scarto di vagliatura.
  • Il terzo flusso è la frazione di sopravaglio che viene inviata alla triturazione tramite mulino a martelli ad asse verticale, dopo un' ulteriore deferizzazione magnetica viene inviato al vaglio rotante secondario dove viene suddivisa in altri tre flussi:
    • Il primo raccoglie la frazione di sottovaglio 30 mm. Composta da una quantità residua di frazione organica, da carta e plastica ed una piccola quantità di frazione fine inerte: questo materiale viene quindi inviato al vaglio oscillante dove viene separata la frazione fine, sottovaglio da 4 mm., che viene inviata alla pressa scarti, mentre la frazione di sopravaglio viene inviata alla linea del sovvallo scarto di vagliatura.
    • Il secondo flusso comprende la frazione di sottovaglio 180 mm., la quale è composta prevalentemente da carta, plastica, legno etc. detto materiale viene inviato alla linea di produzione del C.D.R.
    • Il terzo flusso è composto da materiali di sopravaglio quali plastiche pesanti e materiali voluminosi difficilmente triturabili, il materiale in uscita dal secondo vaglio viene inviato alla pressa scarti per poi essere inviato a impianti di trattamento e recupero idonei.

Per accedere a tutti i servizi