Troppi "furbetti" dei rifiuti: vigili in borghese e telecamere

Accanto ai cassonetti c'è di tutto, anche mobili in legno. E il Comune corre ai ripari Il sindaco: più controlli d'estate. In passato già individuati alcuni trasgressori
Elisa Michellut / CERVIGNANO Tempi duri per i furbetti della spazzatura. Nuovo giro di vite contro chi abbandona rifiuti all'esterno dei cassonetti: un problema che all'amministrazione costa circa 15 mila euro l'anno. A breve, annuncia l'amministrazione comunale, in tutta la cittadina friulana scatteranno i controlli in borghese da parte degli agenti della polizia municipale di Cervignano. Da tempo, i residenti lamentano l'abbandono di rifiuti all'esterno dei cassonetti, anche in pieno centro. Alcuni giorni fa, in via Roma, c'è chi ha depositato, vicino ai bidoni della spazzatura, incurante delle regole del vivere sociale, un mobile in legno. I residenti, stanchi di dover combattere con lo scarso senso civico di qualcuno, hanno appeso sul mobile un cartello con la scritta "Vergogna. Cervignano non è una discarica a cielo aperto". La foto, ricorda uno degli amministratori, Luca Furios, è stata postata sul gruppo facebook "Cervignanesi Reloaded". L'amministrazione, dunque, ha deciso di far scattare i controlli, che saranno ancora più puntuali.«Durante l'estate - annuncia il sindaco, Gianluigi Savino - sarà prestata particolare attenzione agli orari considerati più a rischio: il mattino presto e durante la sera, nel lasso di tempo abitualmente riservato proprio al conferimento dei rifiuti nei cassonetti. La maggioranza dei cittadini si comporta bene ma c'è ancora qualcuno che non rispetta le regole. Le batterie di cassonetti sono dislocate in tutta la cittadina. Per quanto riguarda gli ingombranti, la piazzola ecologica di via Terza Armata, che a breve sarà trasferita in via Caiù, è a disposizione con orari sicuramente comodi e in assoluta gratuità. Non esiste alcuna giustificazione per non usufruirne». Per quanto riguarda i cassonetti, il sindaco sottolinea che il loro grado di riempimento è costantemente monitorato. Non c'è motivo per non usarli correttamente.«Oltre a essere un preciso dovere civico - evidenzia Savino -, il rispetto per l'ambiente e per la pulizia della cittadina è un segnale di educazione, che ritengo inderogabile. Per questo motivo abbiamo deciso di incaricare la polizia locale per un servizio supplementare, già svolto in passato, con l'obiettivo di scoraggiare questi comportamenti, che arrecano danno al decoro urbano. Sarà anche l'occasione per sensibilizzare chi non raccoglie le deiezioni dei propri animali. Esiste una precisa ordinanza che obbliga i possessori delle bestiole a svolgere questa semplice operazione».Il Comune di Cervignano ricorda che, nei mesi scorsi, grazie all'installazione delle telecamere mobili fornite dalla Net, tre in tutto, collocate attualmente nei Comuni di Cervignano, Terzo e Ruda, sono stati "pizzicati" alcuni cittadini che avevano depositato rifiuti ingombrati fuori dai cassonetti, peraltro in una zona a due passi dal centro. Nel corso di questa prolungata azione di controllo sono stati individuati diversi comportamenti scorretti, tutti sanzionati. -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Messaggero Veneto del 21/07/2018
Pagina 35, Edizione Gorizia-Monfalcone