Elenco TitoliStampa questo articolo
 
MERCOLEDÌ, 19 FEBBRAIO 2014
 
Pagina 34 - Provincia
 
Vola la differenziata (58%) risparmio di 120 mila euro
 
A Cervignano in tre mesi realizzate importanti economie nella raccolta dei rifiuti L’assessore Snidero: «Ringraziamo i cittadini che hanno collaborato al progetto»
 
 
 
 

CERVIGNANO In tre mesi, nel capoluogo della Bassa, la raccolta differenziata è salita dal 40 al 58 per cento, con un risparmio di quasi 10 mila euro al mese per quanto concerne gli oneri di smaltimento, per un totale di 120 mila l’anno. In tre mesi, la quantità di rifiuti indifferenziati raccolti sono scesi da 283 tonnellate a 200 tonnellate, un risultato che supera anche le più rosee aspettative dell’amministrazione. I primi dati relativi alla raccolta differenziata, partita tre mesi fa, sono a dir poco confortanti. Su un totale di 14 mila abitanti, sono state oltre 5.100 le famiglie coinvolte. Ieri, l’assessore all’ambiente, Ivan Snidero, ha diffuso i primi dati. «Siamo a dir poco soddisfatti – le sue parole -. Siamo passati da un 40 per cento piuttosto striminzito a un 58 per cento di tutto rispetto. Questo ci porta a ringraziare di cuore tutti i cittadini di Cervignano che hanno collaborato al nostro progetto. Se pensiamo all’aspetto ambientale, possiamo dire che siamo finalmente in linea rispetto al resto della nostra provincia. Dal punto di vista economico, la riduzione drastica del differenziato, comporta inevitabilmente una riduzione di 8/10 mila euro ogni mese per quanto concerne gli oneri di smaltimento. Sono oltre 100 mila euro l’anno in meno». Snidero parla anche del centro di raccolta. «Sempre stando ai dati in nostro possesso – assicura – il centro viene utilizzato bene dai residenti, in questa direzione va l’affidamento della gestione a Net. Inoltre, è cresciuta anche la raccolta della carta. Il nostro impegno, per il futuro, sarà quello di migliorare la logistica di queste batterie. Desidero rivolgere un plauso ai tecnici Net e ai funzionari comunali che, assieme agli amministratori, hanno individuato le batterie di cassonetti più o meno utilizzate. Grazie ai tecnici, è stata definita una nuova geografia dei punti di raccolta e questo ci ha permesso di ridurre e razionalizzare i costi». L’assessore comunale competente annuncia che, in primavera, sarà organizzato un importante convegno. «Continueremo a sensibilizzare i cittadini anche attraverso gli eventi pubblici – promette -. Stiamo organizzando un convegno a livello nazionale. Proseguirà anche l’attività nelle scuole. L’augurio è di continuare così. Per i prossimi mesi, puntiamo a raggiungere il 65 per cento di differenziata». Snidero conclude: «In caso di problematiche segnalate dai residenti e legate alla raccolta dei rifiuti, posso assicurare che i nostri uffici e anche i tecnici Net sono prontamente intervenuti per venire incontro a tutte le esigenze dei cittadini». Elisa Michellut ©RIPRODUZIONE RISERVATA