Elenco TitoliStampa questo articolo
 
DOMENICA, 02 FEBBRAIO 2014
 
Pagina 49 - Provincia
 
San Giorgio rinvia il pagamento della Tares a marzo
 
 
 
 

SAN GIORGIO DI NOGARO Il Comune rinvia al 31 marzo il pagamento della seconda rata della Tares, in scadenza il 28 febbraio. Lo annuncia l'assessore al Bilancio, Flavia Tomba, la quale ricorda che, «a seguito dell'aumento delle tariffe, i cittadini si sono recati numerosi, da metà dello scorso dicembre, all'Ufficio tributi per controllare i dati inerenti alla propria posizione per le diverse tariffazioni». «L'Ufficio tributi - rimarca ancora - ha infatti lavorato per i ruoli Imu e piccola Imu, nel contempo si è operato per aggiornare i dati dei contribuenti Tares (ex Tarsu, l’imposta sui rifiuti, ndr). Anche in questo caso numerosi cittadini hanno chiesto al personale accertamenti e verifiche relativi soprattutto alle metrature. L'enorme mole di lavoro che l'Ufficio tributi si è trovato a svolgere ha ritardato la trasmissione alla Net, incaricata della bollettazione, dei dati che sono stati inviati solo in questi giorni. Questo comporterà, per il cittadino sangiorgino, un ritardo notevole della ricezione della bolletta che arriverà molto a ridosso della data di scadenza del 28 febbraio». «Per andare incontro alle esigenze dei contribuenti, ed evitare i disagi e problemi che ne deriverebbero, la giunta - spiega l’assessore - ha deciso, nel pieno rispetto dei principi del codice del contribuente, di posticipare al 31 marzo la scadenza della seconda rata della Tares. Una scelta, questa, per dare un minimo di respiro ai cittadini e alle famiglie del nostro Comune, oltre che per gestire la parte tecnico-logistica degli uffici. Questo è possibile - sottolinea l'assessore Tomba - perchè il Comune di San Giorgio di Nogaro, nonostante l’ormai crescente difficoltà di bilancio legata alla riduzione dei trasferimenti regionali e statali, non ha problemi di cassa». A questo punto i sangiorgini potranno pagare con calma la Tares. Francesca Artico ©RIPRODUZIONE RISERVATA