Elenco TitoliStampa questo articolo
 
MERCOLEDÌ, 15 GENNAIO 2014
 
Pagina 13 - Cronache
 
DOVE PORTARLE
 
Immondizie “extra” In città due piazzole
 
 
 
 

A Udine è operativa più di una piazzola ecologica per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti ingombranti. Ecco perchè, come sottolinea anche l’assessore Pizza, è un gesto di assoluta inciviltà buttare i rifiuti di questo genere nel primo campo libero che si trova. I luoghi per il conferimento di questo genere di rifiuti sono quelli di via Stiria e via Rizzolo. Il nome tecnico è Seap, ovvero Stazione ecologica attrezzata polivalente. Per poter accedere a queste aree è sufficiente, se si è dei privati cittadini, essere muniti della carata regionale dei servizi, più comunemente nota come tessera sanitaria (quella di plastica). Per le utenze non domestiche è invece necessario registrarsi alla Net nella sede di via Gonars. Questa stazioni ecologiche sono aperte ogni giorno, tranne la domenica, dalle 7 alle 17. Al cittadino non resta che immettere negli appositi contenitori: carta e cartone, plastica, vetro, alluminio, mobili usati, materassi, reti metalliche, ferraglie, elettrodomestici, lavatrici, frigoriferi, e apparecchi elettrici fuori uso (televisori, computer, fotocopiatrici), scarti dalla manutenzione di aree verdi, oli vegetali, inerti derivanti da piccoli lavori edili o riparazioni domestiche, lampade al neon, batterie al piombo, pneumatici, cartucce, toner per fotocopiatrici o stampanti, olio lubrificante minerale, rifiuti domestici pericolosi (barattoli di vernice, solventi, diluenti) ed infiammabili, corrosivi, irritanti e tossico nocivi L’unica accortezza e l’unico suggerimento è di ridurre il più possibile le dimensioni dei materiali che devono essere distinti per tipologia. Ciascun conferimento oltretutto non deve superare il limite quantitativo di 300 chili o volumetrico di 2 metri quadrati. ©RIPRODUZIONE RISERVATA