Elenco TitoliStampa questo articolo
 
SABATO, 30 NOVEMBRE 2013
 
Pagina 17 - Cronache
 
LA FESTA DELL’ALBERO
 
Duecento alunni delle elementari piantano 750 arbusti
 
Nelle aree di via Rizzolo e Quarto cresceranno carpini e frassini. E in piazza Libertà è arrivato l’abete carinziano
 
 
 
 

Circa 200 bambini hanno piantato 750 arbusti. E’ successo, ieri, a Udine, in via Rizzolo e in via Quarto, dove il Comune con il Lions Club “Udine Duomo” e il vivaio regionale Pascul di Tarcento, la Net e Udine mercati, ha organizzato la Festa dell’albero. Gli alunni dell’istituto comprensivo 1 e in particolare della Mazzini, dell’educandato Uccellis, del Bertoni, della Nostra Signora dell’Orto e The Mills English School, hanno sfidato il freddo per creare un arredo verde per tutta la zona. Si tratta in particolare di essenze autoctone friulane – carpini, querce, frassini, aceri, olmi, pino silvestre – e di specie selvatiche di susino, ciliegio e melo. Il percorso sarà completato nelle prossime settimane, quando ogni pianta sarà identificata da una carta di identità, con testo in italiano e friulano, e adottata da una scuola primaria, creando così un legame tra gli alberi e i bambini. «Questa è un’ottima occasione per far percepire ai bambini il legame tra il diritto di godere della natura e il dovere imprescindibile di prendersi cura dell’ambiente – sottolinea l’assessore all’Educazione, Raffaella Basana –, che, in questo caso, viene esercitato attraverso un esempio concreto in cui adulti e bambini lavorano insieme per migliorare la vivibilità della città». Dello stesso avviso l’assessore all’Ambiente, Enrico Pizza, secondo il quale la Festa dell’albero è «un’iniziativa molto utile per educare i bambini a seguire l’esempio del premio Nobel della Pace Wangari Maatathai, ideatrice della green belt contro la desertificazione dell’Africa». E mentre i bambini piantavano le nuove piante, sul terrapieno di piazza Libertà arrivava, direttamente dalla Carinzia, l’abete di 11 metri. Gli operai della ditta Midolini hanno lavorato buona parte della giornata per zavorrare e addobbare la pianta che sarà accesa sabato prossimo. ©RIPRODUZIONE RISERVATA