Elenco TitoliStampa questo articolo
 
DOMENICA, 23 OTTOBRE 2011
 
Pagina 59 - Provincia
 
Tricesimo, la differenziata sale al 54%
 
 
 
Il sindaco Mansutti è soddisfatto ed elogia i cittadini, ai quali chiede però più attenzione nel sistemare isacchi nei casonetti, non fuori
 

TRICESIMO I numeri dicono che la raccolta differenziata dei rifiuti è in crescita in questi ultimi tre anni: i cittadini – come si dice – sono diventati più virtuosi. A confermarlo è la percentuale della raccolta, che passata dal 37% iniziale al 54% fatto segnare lo scorso mese di settembre. Nel dettaglio, i mutamenti della raccolta in questo lasso di tempo sono stati: per rifiuti indifferenziati da 2 mila 419 tonnellate a mille 768 (cifra presunta per la fine del 2011); frazione umida conferita da 324 (del 2009) a 380 (sempre presunte alla fine di quest’anno); mentre il totale dei rifiuti raccolti (indifferenziati più differenziati): 4.010 (2009) a circa 3.800 (previste per fine anno). Questo risultato del 54 per cento – afferma il sindaco Andrea Mansutti – «si attesta verso l’alto della soglia statistica raggiungibile con tale sistema». Mentre, il decremento di circa 200 tonnellate della raccolta generale, secondo il primo cittadino, «può essere legato alla crisi economica: consumi minori e pertanto smaltimenti più bassi; sono certo, però che nei cittadini sia aumentata pure l’attenzione verso i temi ambientali. Comunque, ci possono essere alcuni miglioramenti, in particolare chiedo maggior collaborazione per il conferimento all'interno e non all’esterno dei bidoni per far sì che le piazzole ecologiche siano più pulite». Inoltre, per capire come migliorare il servizio, senza aumentarne i costi per i cittadini, il sindaco spiega d’aver «incontrato il presidente e il direttore di Net spa». Insomma – conclude il primo cittadino Andrea Mansutti, «un plauso deve andare ai concittadini, perché con responsabilità concorrono a far sì che Tricesimo sia più pulita. E un grazie infine va, per la gestione del servizio specifico, al responsabile del settore manutentivo del Comune, Mario Pendalo, e allo staff che si occupa del servizio».(m.ri.) ©RIPRODUZIONE RISERVATA