30.03.2011 15:25

La cicca non è chic

UDINE - Al via la campagna per la sensibilizzazione e il contrasto alla diffusa cattiva abitudine di gettare al suolo o su beni pubblici gomme da masticare o mozziconi di sigaretta

locandina -

Comune, Confcommercio e Net dicono basta alle cicche per terra. I tre enti, con l’adesione di Legambiente Udine, si preparano a lanciare la campagna “La cicca non è chic” per la sensibilizzazione e il contrasto alla diffusa cattiva abitudine di gettare al suolo o su beni pubblici gomme da masticare o mozziconi di sigaretta.

L’iniziativa, presentata oggi 30 marzo a palazzo D’Aronco e promossa da Confcommercio, si propone diversi obiettivi da centrare attraverso una sinergia tra amministrazione comunale, commercianti e Net: far riflettere i cittadini sui danni provocati da questi comportamenti, motivare i cittadini all’utilizzo di posacenere pubblici (laddove presenti, o tascabili), sensibilizzare i ragazzi più giovani all’adozione di condotte civili e corretti nei confronti del bene pubblico.

Obiettivo città pulita

“Un lavoro di squadra – commenta il sindaco di Udine Furio Honsell – che ci può restituire una città più pulita e che spero possa servire a educare le giovani generazioni a comportamenti più rispettosi anche per la propria salute”.

“Questi comportamenti producono notevoli danni per l’ambiente e per il decoro della città – sottolinea l’assessore alla Qualità della città Lorenzo Croattini –, ma anche pericolo per l’igiene e la salute dei cittadini, nonché un notevole aggravio di costi per la collettività dovuti alla pulizia e ripristino dei luoghi e dei beni”.

Per capire l’impatto di queste cattive abitudini sulla città basti pensare che la Net impiega quotidianamente (dal lunedì al sabato) per sei ore al giorno due addetti dedicati alla pulizia delle strade e delle piazze del territorio comunale.

“Oltre a incidere dal punto di vista dei costi – spiega il responsabile dei servizi operativi di Net Marco Botosso –, questi comportamenti lasciano un segno difficile da eliminare. Per esempio per bonificare i manufatti in pietra dalle gomme da masticare bisogna intervenire con speciali idropulitrici a getto di vapore”.

7mila euro per contrastare la maleducazione

La campagna, che prevede una spesa di 7mila euro sostenuta da Net, prevede la distribuzione, con la collaborazione di tutti gli esercizi pubblici, di cartoline informative che saranno collocate anche in luoghi frequentati dall’utenza giovane (scuole superiori, università, biblioteche).

“Siamo pronti a fare la nostra parte per sensibilizzare non solo gli associati ma anche la cittadinanza contro le cattive abitudini – promette la consigliera di mandamento della Confcommercio Udine Antonella Colutta –. I negozi di Confcommercio cercheranno di dare il primo esempio. Una città sporca – conclude – non fa il bene di nessuno: è un messaggio che spero coinvolga tutte le generazioni”.

Infopoint

Inoltre personale di Net incontrerà i cittadini attraverso punti informativi “mobili” organizzati dalle 18 alle 22 del 1° e 15 aprile e dalle 9 alle 13 del 2 aprile. Un punto informativo fisso sarà organizzato invece dalle 16 alle 21 del 16 aprile in piazza Lionello. Nel corso di queste iniziative saranno distribuiti come utili gadget dei posaceneri tascabili. Contemporaneamente sarà attivata una campagna di affissioni presso spazi ed esercizi pubblici, con la fornitura di locandine dedicate.

Punti informativi mobili saranno organizzati anche in luoghi di grande passaggio e negli orari in cui è più alta la frequentazione da parte di soggetti giovani della campana, durante diverse fasce orarie.

SONDAGGI
Siete favorevoli ad accogliere gli immigrati di Lampedusa anche in Friuli?
Vedi i risultati
Si
No


 
VIDEO
I rifiuti di Bolzonello











Copyright © 2007 Il Friuli