Elenco TitoliStampa questo articolo
 
GIOVEDÌ, 31 MARZO 2011
 
Pagina 17 - Cronache
 
Mozziconi in strada Lotta alla sporcizia con gadget e gazebo
 
Al via da domani una campagna di sensibilizzazione L'iniziativa dei negozianti in collaborazione con la Net
 
 
 
 

Costerà all'incirca 7 mila euro. E in futuro potrebbe far risparmiare decine di migliaia di euro per le pulizie specifiche di monumenti e selciati del centro. Stiamo parlando della campagna "La cicca non è chic", presentata ieri dalla Confcommercio e dalla Net, con il supporto del Comune di Udine e il contributo di Legambiente (con la regia organizzativa della società "Fantambiente") e pronta a partire concretamente nei prossimi giorni con gazebo e distribuzione di gadget vari. L'obiettivo è ovviamente quello di porre un freno al costume sempre più dilagante di buttare per terra mozziconi di sigarette e anche avanzi di chewingum imbrattando così le strade della città. Un malcostume che obbliga periodicamente il Comune a intervenire con particolari operazioni di pulizia. Ma per cercare di frenare il fenomeno, per ora, anche il Comune, ha deciso di tentare la via più morbida, allertando sì la polizia municipale ma confidando anche e soprattutto sull'educazione dei singoli cittadini. «Questo malcostume - ha sottolineato l'assessore alla qualità della città Lorenzo Croattini - causa anche rischi per l'igiene e la salute dei cittadini, nonché un notevole aggravio di costi per la collettività dovuti alla pulizia e ripristino dei luoghi e dei beni». «Oltre a incidere dal punto di vista dei costi - ha spiegato da parte sua il responsabile dei servizi operativi di Net Marco Botosso -, questi comportamenti lasciano un segno difficile da eliminare. Per esempio per bonificare i manufatti in pietra dalle gomme da masticare bisogna intervenire con speciali idropulitrici a getto di vapore e anche con interventi ripetuti per più e più giorni». Ma in prima fila, in questa speciale campagna di sensibilizzazione ci saranno anche e soprattutto i commercianti. «Siamo pronti a fare la nostra parte per sensibilizzare non solo gli associati ma anche la cittadinanza contro le cattive abitudini - ha promesso la consigliera di mandamento della Confcommercio Udine Antonella Colutta -. I negozi di Confcommercio cercheranno di dare il primo esempio. E ringraziamo il Comune per la rapida collaborazione. Una città sporca - ha concluso - non fa il bene di nessuno: è un messaggio che spero coinvolga tutte le generazioni».  Inoltre personale di Net incontrerà i cittadini attraverso punti informativi "mobili" organizzati dalle 18 alle 22 di domani primo aprile e 15 aprile e dalle 9 alle 13 del 2 aprile. Un punto informativo fisso sarà organizzato invece dalle 16 alle 21 del 16 aprile in piazza Lionello. Nel corso di queste iniziative saranno distribuiti come utili gadget dei posaceneri tascabili. Contemporaneamente sarà attivata una campagna di affissioni presso spazi ed esercizi pubblici, con la fornitura di locandine dedicate. Altre iniziative informative saranno rganizzate anche nelle scuole. Mentre sia il gruppo farmacisti di Confcommercio sia Il comune hanno in programma incontri e iniziative anti-fumo. (fe.ba.)