Udine al 3° posto in Italia per la tariffa più bassa

Classifica tariffe italiane del servizio rifiuti: Il Sole 24 Ore premia la NET

Udine è al terzo posto in Italia per la tariffa sul servizio rifiuti più bassa. Anche quest'anno la classifica del Sole 24 Ore premia il capoluogo friulano, e la Net, collocandolo Udine sul podio subito dopo Isernia e Vibo Valentia. Con una Tari di 161 euro batte di gran lungo Trieste, che nella graduatoria figura solo 42° posto con 302 euro di tributo, quasi il doppio rispetto a Udine. Maglia nera a Cagliari (497 euro) e ad altre città del centro sud, dove si registrano aumenti record della tariffa.

Udine consolida quindi l'ottimo risultato conseguito negli ultimi anni, "che va di pari passo – commenta il direttore generale della NET Spa Massimo Fuccaro - con l'aumento della qualità del servizio, confermata dai livelli di soddisfazione espressi dagli utenti. Per la nostra azienda il cittadino e la tariffa sono gli indicatori che danno la misura del nostro operato, in primis il grado di efficienza e la tempestività, l’attenzione verso l’utente, l'erogazione del medesimo livello qualitativo del servizio pubblico igiene urbana su tutto il territorio". Il dato positivo rilevato dal Sole 24 Ore è però anche frutto di una corretta pianificazione degli investimenti nel tempo, che sta consentendo alla NET di contenere le spese, sempre sotto costante controllo, rendendola competitiva nel panorama nazionale.

"Il mantenimento della tariffa tra le più basse d’Italia e l’incremento della raccolta differenziata è per noi motivo di soddisfazione, perché dimostra che una gestione efficiente della raccolta dei rifiuti è possibile, certo non senza sforzi, con modelli diversificati – spiega Fuccaro. - E lo dimostra l’incremento della raccolta differenziata riscontrato quest’anno, i modelli di raccolta (porta a porta, di prossimità, ecc.) vengono infatti individuati in base al monitoraggio della qualità del rifiuto e alla loro possibilità di rispondere con efficienza alle peculiarità del variegato territorio del Friuli, dal mare alla montagna. Ciò ha consentito all'azienda di riorganizzare il servizio a favore dell’economicità e delle performance ambientali".

Se da una parte la NET riesce a mantenere stabili le tariffe grazie a una gestione efficiente, la sfida vinta ogni anno è anche merito del prezioso aiuto dei cittadini virtuosi che differenziano correttamente i rifiuti, "e al loro sforzo - evidenzia il direttore Fuccaro - di farsi parte attiva del processo di rinnovamento della gestione dei rifiuti, presenziando ai nostri incontri di formazione ambientale e fornendo indicazioni di disservizi ai numeri verdi, attivati per confrontarci in modo aperto e costruttivo con gli utenti. Il nostro più sentito grazie va a loro, quindi, che ci forniscono costanti suggerimenti di miglioramento, consentendoci di costruire insieme sempre nuovi e importanti obiettivi di sostenibilità".
 

Per accedere a tutti i servizi