NET si consolida leader regionale nella gestione dei rifiuti urbani: record storici del valore della produzione nel 2018 - pari 32,6 milioni di euro - e della Differenziazione e Recupero dei rifiuti – pari al 90% -.

L’Assemblea dei comuni soci approva all’unanimità il bilancio di esercizio 2018 della più grande monoutility di igiene ambientale della Regione FVG
Le tariffe restano fra le più basse d'Italia grazie al “modello NET”

Continua l’evoluzione di Net S.p.A.. La più grande azienda pubblica di igiene ambientale regionale ha chiuso il 2018 con un valore della produzione di 32,6 milioni di euro e un margine operativo lordo che si è attestato 1,7 milioni di euro ed un utile di 274 mila euro. Il bilancio (clicca QUI per visualizzare il documento completo), approvato all’unanimità dall’Assemblea dei soci nella seduta di martedì 14 maggio, descrive una società in ottima salute ed in costante crescita caratterizzata da una gestione attenta sotto il profilo delle tariffe applicate e rivolta all'innovazione con il nuovo impianto di trattamento dei rifiuti organici in fase di realizzazione a Udine. 

“I dati di bilancio evidenziano un fatturato in crescita e un utile stabile” -afferma il Presidente della società Alessandro Cucchini – “ma non solo, l’andamento della gestione ha registrato uno stato patrimoniale attivo di oltre 35 milioni di euro che conferma un’elevata solidità dell’azienda forte soprattutto di un organico di 107 dipendenti e una flotta di circa 150 automezzi. Crescita e solidità derivati anche dagli importanti investimenti: oltre 1 milione di euro in nuovi automezzi e attrezzature. Sul fronte degli impianti di trattamento, il polo impiantistico di San Giorgio di Nogaro, rifunzionalizzato, è entrato a pieno regime e con il progetto in itinere relativo al complesso impiantistico per il trattamento della FORSU e della FOP (digestore anaerobico) di Udine, Net potrà finalmente segnare un traguardo di rilievo, andando finalmente a chiudere la filiera dei rifiuti. Ciò consentirà di risolvere le problematiche più volte emerse negli anni relativamente alla necessità di completare i processi di gestione e trattamento del rifiuto raccolto.”
“Nel settore dei rifiuti è comunque in atto un profondo cambiamento a livello globale che certo non può essere ignorato” - afferma il direttore generale Massimo Fuccaro – “un importante dato di rilievo riguarda l’export dei rifiuti fuori dall’UE. Sotto questo profilo se fino allo scorso anno l’esportazione verso la Cina dei cascami di plastica arrivava fino al 42%, con la chiusura del mercato asiatico, nell’aprile del 2018, si è passati al solo 8%; La conseguenza di tale nuovo assetto è che inevitabilmente il costo di conferimento dei rifiuti cresce con intuibili impatti negativi anche in termini di Tariffa che, peraltro, con notevole sforzo la società è riuscita a mantenere inalterata per l’anno 2018. Infatti, a livello regionale, analizzando i costi di smaltimento e recupero presso impianti terzi del rifiuto indifferenziato si evidenzia un trend in costante e fortissimo aumento: dal 2013 al 2018 i costi di smaltimento e recupero presso impianti terzi del rifiuto di tipo indifferenziato sono aumentati fino ad oltre l’80%. Tuttavia, a conferma dell’elevato know-how aziendale raggiunto, anche nel 2018 l'azione di Net si è confermata tra quelle più virtuose nel panorama nazionale: dalle analisi industriali effettuate dal centro studi Net si evince che il costo medio ponderato di raccolta e trattamento del rifiuto solido urbano applicato da Net ai comuni soci, pari a 0,199 €/kg, risulta del 45% inferiore rispetto alla quello medio nazionale che si attesta a 0,362 €/kg (fonte: Rapporto ISPRA 2018). 
Economicità e virtuosità mantenuta pur aumentando l’attenzione verso gli aspetti gestionali ambientali: la continua evoluzione del “modello Net”.
“Un esempio su tutti – prosegue Fuccaro – “Net è dotata di un impianto (San Giorgio di Nogaro) il quale, trattando meccanicamente il rifiuto indifferenziato, ne avvia a recupero di materia ed energia circa il 73%. Questo è un elemento fondamentale e ci permette di ragionare in maniera innovativa rispetto al passato e soprattutto in piena ottica comunitaria di “economia circolare”: possiamo affermare che Net, mediante i suoi processi di raccolta e trattamento, attesta una percentuale di differenziazione e recupero dei rifiuti solidi urbani (DRRSU) al 90%
Pur tuttavia, è necessario prendere consapevolezza del nuovo scenario che si profila onde approntare le opportune e tempestive misure di reazione. Sotto questo profilo rivestirà notevole importanza non tanto la quantità dei rifiuti differenziati ma la qualità degli stessi. Tutto ciò si riverbera sui modelli di raccolta del rifiuto: entreranno ineluttabilmente in crisi quei modelli che non saranno in grado di controllare adeguatamente la qualità del rifiuto differenziato.
Per quanto riguarda la Divisone Servizi, molta attenzione è stata posta anche alla comunicazione ed alle campagne informative. Sul fronte sicurezza e qualità aziendale si mantiene sempre costantemente alto il livello di attenzione.  Gli obiettivi 2019 riguardano soprattutto il sistema della raccolta differenziata dei rifiuti per migliorarla con sistemi sempre più moderni ed efficienti.
Il futuro: Net ha già avviato con particolare successo negli ultimi mesi nuove iniziative tra cui la gestione della TARI in favore dei Comuni soci che intendano aderirvi (sportello ReteNet); Inoltre, l’azienda ha messo in campo tutta una serie di servizi aggiuntivi diversificati (ad esempio sfalcio e asporto del verde, sgomberi di cantine e soffitte, derattizzazioni ecc) direttamente a favore del cittadino con cui viene intrattenuto anche in via diretta il relativo rapporto contrattuale; l’iniziativa ha recepito le istanze provenienti in tal senso ed ha già iniziato a riscuotere un certo successo. Infine, importanti novità riguarderanno il settore “ricerca e sviluppo” aziendale con la valutazione di innovazioni sperimentali (isole ecologiche smart) e di nuove tecnologie basate sulla valorizzazione dei comportamenti dei cittadini virtuosi attraverso il meccanismo della blockchain.
Gli interventi dei soci:
Michele Tibald Sindaco del Comune di Terzo di Aquileia e Presidente del Comitato di Controllo Analogo. ringrazia la società per tutto quanto fatto in questi anni e plaude alla capacità sempre dimostrata di fare impresa in maniera efficace con benefici costanti per i propri soci. Anche per l’anno 2018 Net si è contraddistinta sul territorio continuando a svolgere con efficienza i servizi forniti, prestando attenzione alle richieste degli Amministratori. 
L’Assessore Laudicina del Comune di Udine (socio di maggioranza di Net) interviene ringraziando il Collegio sindacale per il lavoro svolto, il Consiglio di Amministrazione della società e la struttura tecnico-operativa per il particolare supporto dato in questi mesi all’amministrazione comunale per l’avviando servizio di raccolta “porta a porta su tutto” il territorio comunale.
 

 

Per accedere a tutti i servizi